Dondoli da Giardino

Tre o quattro posti, schienale reclinabile o senza, in legno o in ferro, i dondoli da giardino arricchiscono il tuo spazio esterno, ma bisogna saper scegliere quello giusto.

Una cena con gli amici, un giardino, una calda notte estiva, il cielo stellato. Manca solo un comodo dondolo da giardino per concludere la serata nel più completo relax. I dondoli da giardino non sono solo un elemento di arredo, ma un vero e proprio spazio di comodità e benessere che chi possiede un giardino o un ampio terrazzo non può lasciarsi sfuggire.
Il giardino è parte integrante, oltre ad essere un prolungamento dell’ambiente domestico e merita di essere trattato come tale. Ma rappresenta anche un angolo unico nel suo genere perché incarna la parte naturale della casa grazie al quale mantenere vivo e a portata di mano il legame con la natura.

E come godere al meglio della natura se non draiati su questi straordinari compagni del riposo e del relax, magari all’ombra di un grande albero? Ecco, quindi, una breve guida ai migliori dondoli da giardino attualmente in commercio, scelti basandosi sul livello di apprezzamento finale dei consumatori.

I raccomandati

Tavola comparativa dei migliori

DONDOLI DA GIARDINO: COME SCEGLIERE I MIGLIORI

Questo prodotto, che da decine di anni è un amico indispensabile ed onnipresente nelle caldi estate Italiane, piace a tutta la famiglia, sia ai grandi che ai piccoli. E in base al modello scelto, dopo averlo collocato nel vostro giarino, è possibile accontentare solo i grandi, solo i piccoli oppure meglio ancora entrambi.
In commercio ne esistono dei più diversi ed è importante conoscerne le differenze per portare a casa il modello più adatto alle tue esigenze, in modo da poterlo utilizzare con soddisfazione.

Le differenze tra i vari modelli riguardano soprattutto:

  • Materiali utilizzati
  • Numero di posti e schienale reclinabile

I MATERIALI UTILIZZATI

Una delle differenze maggiori che riguardano questi prodotti sono i materiali con cui vengono realizzati. Non tutti i materiali ottengono lo stesso risultato estetico, né tantomeno la stessa resistenza alle sollecitazioni o alle intemperie. Da non sottovalutare è anche il peso relativo ai diversi materiali utilizzati che va inevitabilmente ad incidere sulla manegevolezza. Ma andiamo con ordine.

IL SENSO ESTETICO

Se lo spazio esterno è già arredato in stile rustico con elementi in legno dal sapore antico e con un alto grado di fusione con la vegetazione circostante, tutto lascia pensare che non comprerai un modello dal design minimale ultramoderno. Piuttosto è probabile che ne cercherai uno dallo stile rustico, magari in vero legno (o anche finto, perché no) oppure in ferro battuto in modo da non stonare con il resto dell’arredamento. Se invece il giardino di casa fosse caratterizzato da linee sfuggenti e moderne la scelta ricadrebbe su un dondolo dal design sicuramente più contemporaneo.
Anche il colore gioca un ruolo deciso nell’armonizzare tra loro gli elementi di arredo esterno. Le plastiche scure di sedie e tavoli possono affiancarsi bene ad un modello con struttura in ferro. Mentre l’outdoor, in cui regna il candore del bianco, prediligerà senz’altro un dondolo altrettanto bianco.

RESISTENZA ALLE SOLLECITAZIONI

Legno, plastica, acciaio o ferro. Questi elementi non trasmettono tutti la stessa sensazione di solidità per quel che riguarda la loro capacità di gestire il peso e le sollecitazioni: il ferro e l’acciaio, ad esempio, fanno pensare alla robustezza mentre la plastica dà più il senso della leggerezza che quello della resistenza. Tuttavia, plastica e legno sono molto comuni ed utilizzati per questi prodotti. Alla fine, però, ciò che bisogna tenere in considerazione prima di un acquisto è il peso tollerato, che è quanto dichiarato dai produttori. Altri, invece, combinano insieme materiali diversi e spesso la struttura portante è realizzata con i materiali più resistenti, metallo e legno fra tutti.

Al momento dell’acquisto del prodotto è bene informarsi sul prodotto, il nostro sito infatti si pone proprio questo scopo ma non solo, può essere una buona idea anche consultare su Amazon i commenti rilasciati dai clienti che hanno già acquistato, montato e utilizzato i modelli a cui si è interessati.
Molti dondoli, specialmente i più leggeri, corrono lo spiacevole rischio di potersi ribaltare in caso di dondolio eccessivo e in quel caso sarebbe necessario fissarli al terreno. In questo caso, quando andrai a montarlo e a testarlo, capirai subito se si muove troppo e necessita di un fissaggio oppure se è già ben stabile grazie al suo peso.

RESISTENZA ALLE INTEMPERIE ED ALLO SPORCO

Pulizia e resistenza alle intemperie non vanno sempre d’accordo. Le strutture in metallo, come ad esempio ferro e acciaio, si possono facilmente pulire ma alla lunga, se lasciate in balia delle intemperie, vengono intaccate dalla ruggine. Dovrai farti anche questa domanda prima di procedere all’acquisto: il dondolo dovrà stare all’aperto tutto l’anno? Ha bisogno di un riparo? La plastica se lasciata tutto l’anno senza riparo si scolorisce e perde di flessibilità; i dondoli in legno devono assolutamente essere messi al riparo oppure rischiano di marcire, scolorire e degradarsi. Solo i dondoli in teak artificiale sembrano dare buoni risultati se lasciati all’esterno durante l’inverno. Ma anche in questo caso, perché rischiare?

Se non possiedi una rimessa oppure un box abbastanza ampio per riparare il tuo nuovo acquisto durante l’inverno, puoi sempre optare per un telo impermeabile per riparare il dondolo dalla pioggia, dalla neve e dal freddo. Spesso, quando stai per acquistare un dondolo su Amazon, il sistema ti propone di acquistare un telo su misura aggiuntivo al dondolo. In questi casi, se non avete un telo a casa, potrebbe essere una buona idea cogliere l’occasione al volo per acquistare entrambi.

LA QUESTIONE MANEGGEVOLEZZA

Come già accennato prima, il fatto che questo genere di prodotti sia abbastanza pesante permette di evitare il rischio che si ribalti. Tuttavia, questo non incide solo sulla sicurezza ma anche su un altro fattore: la manegevolezza. Sia un peso eccessivo, sia il dover fissare il dondolo a terra limiterebbero difatto notevolmente gli spostamenti. E anche in un giardino di piccole e medie dimensioni non è detto che il dondolo debba stare sempre accanto alla stessa piscina oppure sotto lo stesso albero. Occorre dunque pensare bene a quale sia la collocazione migliore, oppure scegliere un dondolo abbastanza maneggevole da poterlo sempre spostare a piacimento.

NUMERO DI POSTI E SCHIENALE RECLINABILE

Altri due fattori determinanti per la scelta del giusto modello sono il numero di posti a sedere e la presenza dello schienale regolabile, di solito abbattibile fino a diventare un vero e proprio letto. Entrambi i fattori influenzano direttamente la comodità e la godibilità, da soli o in compagnia, di questo prodotto. Un dondolo con molti posti rappresenta infatti un’ottima possibilità per rilassarsi in compagnia, magari instaurando allegre chiaccherate con amici e parenti.

Infine, perché limitarti a sedere sul dondolo? Cosa ti vieta di poterci dormire magari dopo un pranzo estivo? Molti dondoli da giardino hanno lo schienale abbattibile e possono formare un’ampia superficie orizzontale perfetta per una sana dormita.